FRANCESCA BELLINO | CHAMELEONS
4 ottobre 2014
‘Urban Layer’,BITUME PHOTOFEST 2015, gallipoli
11 settembre 2014

The phone book – solo exhibition, LO.FT – locali fotografici, Lecce

“Tra le fotografie esposte ci sono alcuni scatti inediti considerati dall’Autore non adatti, per ragioni editoriali, alla pubblicazione, ma meritevoli di un posto all’interno della mostra.

Questa scelta è stata pensata e voluta per due ragioni. La prima: “riabilitare” alcuni “scarti” dell’Autore, offrendo al pubblico immagini di cui non avrebbe potuto altrimenti godere; la seconda, più prettamente tecnica: il processo di editing delle immagini destinate ad un libro fotografico è ben diverso da quello dell’allestimento di una mostra fotografica e spesso le ‘pause’ ed i ‘respiri’ impiegati nel contesto di uno spazio espositivo differiscono da quelli necessari all’interno dell’ “oggetto libro”.

Infine, si è voluto riproporre al pubblico i contenuti di The Phone Book conferendo ad essi un nuovo ‘habitat’, vestendo così di autenticità la prima ufficiale della mostra tratta dal libro e pensata ad hoc per LO.FT – locali fotografici. L’installazione nella galleria prevede postazioni telefoniche vintage ed elenchi telefonici per ricordare l’uso primordiale del telefono e di come esso si sia evoluto fino ad oggi, consentendoci così di scattare fotografie grazie al processo evolutivo e tecnologico.
La mostra di Robert Herman vuole essere una riflessione sul sempre più attuale utilizzo dei telefoni cellulari come indagine di ricerca artistica personale.

Nel percorso espositivo, quindi, si alterneranno fotografie allestite a parete e “postazioni fotografiche”. Roberta Fuorvia

LO.FT – Locali fotografici ospita la personale di Robert Herman intitolata “The Phone Book solo exhibition”. Curata da Roberta Fuorvia, la mostra presenta – per la prima volta in Italia – un’accurata selezione di 30 immagini a colori realizzate con l’iPhone e tratte dal libro “The Phone Book”, pubblicato ad ottobre 2015 da Schiffer Publishing.

Consigliata da The Post Internazionale, Huffington Post e Linkiesta